Tornanti.it Forum
Tornanti.it Forum
Search | User Listing Forums | Skins | Language
You are logged in as a guest. ( logon | register )

Guidare in montagna
Jump to page : 1
Now viewing page 1 [25 messages per page]
View previous thread :: View next thread
   General Discussion -> Viaggiare in motoMessage format
 
Fabio
Posted 10/9/2007 11:16 (#108)
Subject: Guidare in montagna


Regular

Posts: 85
252525
dal forum di Tingavert

Ormai è risaputo che le belle pieghe vengono molto meglio in montagna piuttosto che in autostrada e per chi non vuole andare in pista spesso la vacanzina su per i Brikki è l'unica alternativa ad una sicura quadratura degli pneumatici .

Il problema, che mi ha spinto a scrivere questo articolo, è che non tutti sanno propriamente guidare in montagna, anzi molti farebbero meglio a stare a casa ed uscire con il girello piuttosto che buttarsi in una uscita del genere!

Voglio che siano chiari i punti che certamente vi aiuteranno per cui sarò il più schematico possibile:

Le strade di montagna posseggono un indice di pericolosità (classifica stilata dall'unione europea in cui il massimo era 10) pari a 30 mentre la media cittadina è di 5
per cui vi consiglio di prenderle molto con le pinze.


In montagna le curve abbondano e spesso parliamo di curve cieche; lo so anche io che vedere 10 metri di carreggiata libera per noi motociclisti vuol dire Dagliene... ma ragazzi dietro la curva che si prepara potrebbe tranquillamente esserci un trattore o un ciclista... per cui non vedo l'utilità di tirare per 10 metri e poi schiantarsi... Se ne deduce che fino a 100 metri non si ha una buona visuale!


La montagna è spesso frequentata da incredibili roditori capaci di mangiare l'asfalto creando delle buche allucinanti in posti inimmaginabili e questo per noi è un problema... ma il vero problema è che, poiché gli autoctoni si abituano a schivare le buche, gli amministratori comunali non si decidono a tapparle finché non ci scappa il morto... se ne deduce che sarebbe meglio conoscerla bene la strada che state percorrendo prima di aprire liberamente il gas.


La montagna è purtroppo frequentata dai cittadini, i quali, pur sapendo sopravvivere a orrende nuvole di smog a grandi congestioni domenicali a millantatori di ogni genere, non hanno ancora capito che per ammirare i panorami in pace bisogna togliersi dalla strada e non iniziare a scattare le foto mentre guidano o fermandosi d'improvviso dietro ad una curva cieca o esattamente al centro della strada... se ne deduce che se già un autoctono è un grande pericolo... non superare, o stare troppo appiccicati, una macchina che lascia intuire una provenienza esterna potrebbe rivelarsi un'enorme boiata.


Lo so che molti di voi li avranno già notati quei terribili tifoni che spesso in montagna prendono la sabbia e la depositano proprio lì all'interno o all'esterno del tornante più precisamente dove un motociclista è solito stringere o allargare (in base alla curva) purtroppo è da anni che le amministrazioni comunali si scervellano su come risolvere il problema ma non trovando soluzioni hanno deciso di lasciare lì il brecciolino sperando che un giorno un genio trovi la soluzione... se ne deduce che spesso non conviene fare il tornante col ginocchio a terra per finire la gomma!!!


Non ho mai capito perchè, ma incredibilmente molti cittadini a 2 ruote o 4 ruote appena vedono la montagna si dimenticano a cosa serva quell'assurda striscia bianca disegnata sull'asfalto al centro della carreggiata e decidono di impossessarsi di tutta la strada come se fosse di loro proprietà provocando spesso enormi incidenti... ragazzi, quello non è il segnale "da qui inizia la neve" e anche se più avanti gli agenti atmosferici l'abbiano cancellata (colpa degli uniposca usati ogni primavera che sono difettosi) la vostra corsia è e sarà sempre quella di destra, anche quando dovrete allargare per una curva stretta dovrete sempre calcolare che un'altra moto o macchina devono riuscire a mantenere la percorrenza senza sfiorarvi!!!... se ne deduce che non sono strisce dove è atteso Lapo o dove è già passato!!!


In montagna i trasporti fanno pietà, abbiamo provato in ogni modo a portare 5.000.000 di persone a Livigno nella speranza che ci passassero i fondi per spianare le montagne e costruire un efficiente servizio di trasporti pubblici e merci... e anche la val D'Aosta e le Dolomiti ci hanno provato ma purtroppo non ce le lasciano spianare quindi non abbiamo né metropolitana né treni merci... abbiamo così deciso di accontentarci dei pullmann e dei camion... i quali non hanno una corsia preferenziale ma viaggiano spesso in senso favorevole o contrario al vostro...


Noi abbiamo chiesto che camion e pulman venissero ridotti in scala 1 :5000 ma purtroppo non ci è stato possibile e quindi capita spesso che per normali esigenze di guida questi invadano la vostra corsia per una banale curva... quindi a meno che non siate sicuri della totale assenza di questi mezzi pesanti sarebbe il caso di tenersi sempre e costantemente il più a destra possibile!!!


Gli autoctoni eh già... anche loro sono un serio pericolo: conoscono la strada ma non sono abituati al traffico... già perché in montagna raramente durante l'autunno si riempie di moto, idem in inverno e ancor peggio in primavera (quando ci sono ancora i sassolini antineve sulla strada) per cui a volte, non avendone mai viste, scambiano i motociclisti per zanzare nel preciso momento in cui si schiacciano sul loro parabrezza... da non dimenticare che come esistono i rinco in città... in montagna molto peggio (le freccie sono un optional e anche il clacson sappiatelo subito e non lamentatevi dopo).


I CAMPERISTI: alcuni camperisti sono una specie che vi appartiene e più precisamente sono quelli che guidano macchinine inutili tipiche della città, sono quelli che già non sanno cos'è uno stop nel loro habitat... figuratevi fuori!!!

Pur avendo solo esperienze di guida su Uno, Punto, Panda, Modus, Twingo etc, quando vanno in vacanza si sentono camionisti mancati e non avendo un minimo di misure: tagliano le curve, si mettono a fotografare qualunque cosa e soprattutto decidono di mantenere una velocità tale da non permettere ai soprammobili di cristallo della Suocera (collocati abilmente dalla loro moglie su ogni credenza del camper) di spostarsi anche solo millimetricamente (vorrai mai che si rompano no)! Dicono che è conveniente fare le vacanze così... ma ora io mi chiedo: i camper da voi li regalano? Perchè qui se volessi un camper dovrei pagare almeno 20000 euro (con una qualunque formula di pagamento) più la nafta, più l'assicurazione, il bollo, il camping etc etc quindi in 20 anni spenderei una cosa tipo minimo 50000 euro per una vacanza di una settimana l'anno... ma con sti soldi non me la posso permettere una vacanza in un due stelle (o affittando un appartamento?) con tv , ristorante e bagno come un essere umano? (Secondo me si però fate voi i conti)
...se ne deduce che oltre al trattore e alla macchina del turista dietro una curva o nella percorrenza di questa potreste incontrare un camperista alla velocità di 2 km/h che non ha idea di ciò che sta facendo!!! (superare appena possibile e non stargli dietro al culo).


Pare che in montagna esistano gli animali più pericolosi del mondo (strano perchè io non li ho mai visti) tra questi possiamo classificare: mucche, cani, gatti, scoiattoli, fringuelli; poi ci si possono incontrare anche i boy scout). Tutti questi hanno l'incredibile capacità di attraversare la strada senza guardare né a destra né a sinistra... ma così come gli viene... e sì che lo insegnano proprio a tutti come si fa!!! Ragazzi, spaventarsi perchè una mucca sta attraversando la strada o un cane vi corre dietro abbaiando non vedere un gatto che atteraversa e scontrarsi con un uccellino...o anche solo non mettere in conto che uno di questi esseri possa fare una cosa del genere in montagna è proprio da fessi!!! ...se ne deduce che limitare la velocità di modo che fermarsi improvvisamente non sia la vostra condanna a morte è semplice normalità (non siete fermoni )!!!


Per concludere, vorrei dare qualche utile dritta a chi si avvicina per la prima volta a questo bellissimo mondo:

In salita ricordatevi che non siete in crono scalata contro Valentino Rossi


In discesa è molto più utile il freno motore dei vostri freni soprattutto perchè le discese durano ore con pendenze che non potete nemmeno immaginare


Se vedete una curva che stringe, probabilmente è un tornante e sarebbe il caso di affrontare con una marcia molto bassa sia in salita che in discesa


I cartelli caduta massi indicano che forse ci possono essere dei sassi sulla strada (non che se non accellerate vi arriva un sasso in testa)


I trattori perdono spesso paglia o fieno sulla carreggiata e le mucche a volte ci cagano... lì non si ha una buona tenuta nemmeno con le supercorsa in ottima temperatura!!!


Il cartello Attraversamento Cervi: non è una presa per il culo!!! (soprattutto in primavera e autunno)


Dopo un diluvio è molto probabile che ci siano fiumi sulla strada e materiale di ogni tipo (fogliame sassolini, ghiaia etc ) limitate ulteriormente la velocità


Se vi sorprende un temporale e dovete salire oltre i 1600 metri, cercate immediatamente un rifugio perchè poi potreste diventare dei parafulmini ambulanti (gli alberi di montagna non sono per niente un buon rifugio)


Se vedete una strana coltre biancastra non è nebbia ma sono vere e proprie nuvole... aprite la visiera mettetevi a destra e accendete pure l'abbagliante (di giorno) se non volete guidare alla cieca senza che nessuno vi veda.


Partire da 2000 metri al mattino presto perché c'è il sole non è una garanzia di bel tempo duraturo... almeno fino alle 10:30, poi si stabilizza!!!
Top of the page Bottom of the page
Jump to page : 1
Now viewing page 1 [25 messages per page]
Jump to forum :
Search this forum
Printer friendly version
E-mail a link to this thread

(Delete all cookies set by this site)
Running MegaBBS ASP Forum Software
© 2002-2020 PD9 Software